Consiglio regionale

informazioni

Progetto di legge nazionale "Norme in materia di prevenzione dei danni causati dalla fauna selvatica. Modifica alla legge 11 febbraio 1992, n. 157 (Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio)"

Approvata, a maggioranza, nella seduta n. 102 del 29 ottobre 2019 del Consiglio regionale, ai sensi dell’articolo 26 dello Statuto speciale della Regione Friuli Venezia Giulia, la proposta di legge nazionale n. 9 è stata trasmessa al Presidente della Regione.

La Proposta di legge nazionale n. 9 persegue l’obiettivo di tutelare il territorio, la salute pubblica e l’economia mediante il controllo della fauna selvatica. Con la modifica all’articolo 19, comma 2, della legge 11 febbraio 1992, n. 157 (Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio), si attribuisce un ruolo primario ai cacciatori nella gestione degli ungulati, considerando che il continuo incremento della proliferazione di cinghiali e di altri mammiferi selvatici rende estremamente difficoltoso per i pochi agenti forestali e venatori del territorio affrontare e risolvere il problema.

La ratio della proposta di legge nazionale n. 9 è quello di attribuire alle Regioni la gestione del controllo degli ungulati, anche al di fuori dei periodi e degli orari vigenti, e affidare l'attuazione dei Piani di abbattimento ai cacciatori soci delle riserve di caccia, coordinati dalle guardie venatorie dipendenti dalle pubbliche amministrazioni.

Iter leggi - pdln n. 09/XII

 

Segreteria generale del Consiglio regionale
Posizione organizzativa supporto al processo legislativo negli ambiti della IV Commissione permanente del Servizio giuridico - legislativo

Pubblicazione a cura della Struttura stabile Comunicazione esterna e interna del Servizio Comunicazione e informazione

 

Per approfondire:

Cervo (foto pixabay)