Consiglio regionale

Notizie dal Garante

10 settembre 2018

Fabia Mellina Bares, Garante regionale dei diritti della persona, lunedì 10 settembre invitata a Bologna per il progetto FAMI

Organizzato dalla Garante per l’infanzia e l’adolescenza della regione Emilia-Romagna, Clede Maria Garavini, si svolgerà alla presenza dei garanti regionali, in data lunedì 10 settembre alle ore 10.00, presso la sede della Regione Emilia-Romagna a Bologna, un incontro per il progetto FAMI (Fondo europeo Asilo, Migrazione, Integrazione). Il “Fondo asilo migrazione e integrazione 2014-2020” (Fami)” è uno strumento finanziario istituito con Regolamento UE n. 516/2014 con l’obiettivo di promuovere una gestione integrata dei flussi migratori sostenendo tutti gli aspetti del fenomeno: asilo, integrazione e rimpatrio. L’Autorità Responsabile del Fondo è l’organismo pubblico dello Stato membro interessato, responsabile della gestione e del controllo corretti del Programma Nazionale. In Italia l’Autorità Responsabile è il Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione del ministero dell’Interno. Durante la riunione, nello specifico verrà affrontato il tema del “Monitoraggio della tutela volontaria per minori stranieri non accompagnati in attuazione dell’articolo 11, legge n. 47/2017” a valere sul Fondo Europeo Asilo Migrazione e Integrazione (FAMI) 2014-2020.

 
31 agosto 2018

Il Garante regionale Fabia Mellina Bares ha incontrato i referenti del CIR a Gorizia

Il Consiglio Italiano per i Rifugiati (CIR) è un’organizzazione umanitaria indipendente costituitasi nel 1990 in Italia, su iniziativa delle Nazioni Unite, con l’obiettivo di difendere i diritti dei rifugiati e dei richiedenti asilo. Nell’ambito dei servizi rivolti all’accoglienza, il CIR riserva un’attenzione particolare ai minori stranieri. Il CIR è presente sul territorio del Friuli Venezia Giulia da 15 anni. Allo scopo di avviare forme comuni di collaborazione nell’ ambito dell’accoglienza ai Minori stranieri non accompagnati, si è svolta a Gorizia in data 29 agosto 2018, una riunione, organizzata da Fabia Mellina Bares, Garante regionale dei diritti della persona. Lo scopo era quello di presentare il progetto promosso dall’Organo regionale di Garanzia, dedicato alla ricerca e formazione di tutori volontari di MSNA. Si tratta di un’attività che qualsiasi cittadino interessato, previa selezione e formazione, può svolgere a titolo gratuito. E’ un’azione di mirabile rilevanza sociale, rivolta a minori stranieri che si trovano sul territorio regionale senza una figura adulta di riferimento.

Per accedere alla selezione, la domanda può essere presentata in ogni momento,  compilata sulla base della modulistica appositamente predisposta ed inoltrata, esclusivamente a mezzo raccomandata A/R all’indirizzo: Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia - Servizio Organi di Garanzia – Garante regionale dei diritti della persona - P.zza Oberdan, n. 6 - 34133 Trieste, oppure in via telematica, tramite PEC intestata al candidato, al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: garantefvg@certregione.fvg.it.

 
30 agosto 2018

Il Garante Pino Roveredo per l’evento “ Confini” presso la Casa del Marinaretto a Precenicco.

In occasione della mostra fotografica “Confini”, aperta dal 16 agosto al 2 settembre 2018, promossa da ANAXUM - Circolo Culturale e Fotografico di Precenicco, con il patrocinio dello stesso Comune e del Centro di Aggregazione Artistico Culturale Art-Port, in data giovedì 30 agosto, alle ore 20.30, è stato organizzato un incontro con il garante Pino Roveredo.

Durante la serata, il garante parlerà della sua arte di scrivere, perché la scrittura per Pino Roveredo è stata salvezza da situazioni drammatiche. Presenterà anche il suo libro di racconti Mastica e sputa che parla di «Donne di dolori, fatiche di uomini. Malattia, isolamento, solitudine, carcere, manicomio”. Pino Roveredo infatti si è sempre occupato degli ultimi, dai reclusi per decenni negli ospedali psichiatrici ai tossicodipendenti, ed in qualità di Garante dei detenuti del Friuli Venezia Giulia, anche all’ interno delle Case circondariali della regione ha avviato laboratori di scrittura e di teatro. Il Garante inoltre svolge da tempo con gli studenti nelle scuole della regione e non solo, anche un lavoro di prevenzione, andando ad affrontare con i ragazzi, i temi della legalità e della cittadinanza responsabile, per informare ed attuare un’azione di salvaguardia dei minori dai reati e della criminalità.    

Scarica la locandina

 
ultimo aggiornamento: lunedì 23 luglio 2018