Consiglio regionale

Garante per le persone limitate della libertà personale

Cosa faceva il garante?

1. Si occupava delle segnalazioni riferite a casi di presunta violazione dei diritti da parte delle persone private della libertà personale. 

2. Promuoveva l'inserimento lavorativo e sociale delle persone private della libertà personale e la cultura della giustizia riparativa. Il Garante si attivava per favorire l'inserimento lavorativo e sociale promuovendo il lavoro all'interno delle strutture carcerarie e attività formative. Sosteneva percorsi di sensibilizzazione dell'opinione pubblica sui temi del rispetto dei diritti umani.

3. Vigilava sulle condizioni di salute delle persone private della libertà personale e si impegnava nel migliorare la qualità della loro vita. Il Garante svolgeva attività di vigilanza sulle condizioni di salute delle persone private della libertà personale grazie alle visite presso le strutture penitenziarie e ai colloqui richiesti dai detenuti o dai familiari. Operava quotidianamente per garantire il rispetto dei diritti fondamentali della persona.

ultimo aggiornamento: giovedì 02 maggio 2019