Consiglio Regionale

seguici su

archivio informazioni ed eventi

Misure per la promozione della rendicontazione sociale nelle amministrazioni, in pubblicazione la nuova legge regionale

La legge approvata dal Consiglio regionale nella seduta del 26 ottobre 2010 si propone, data la crescente diffusione della pratica della rendicontazione sociale sia tra gli attori privati che pubblici, di rispondere all'esigenza di "accountability", ovvero di "rendere conto" da parte di coloro che rivestono ruoli di responsabilità nei confronti della società o delle parti interessate al loro operato, e ciò attraverso l'adozione di documenti come il bilancio sociale annuale o di mandato, o il bilancio ambientale, o quello di genere.

Nelle amministrazioni pubbliche, il rendere conto si traduce nella comunicazione trasparente, esaustiva e concretamente accessibile ai cittadini.

Per uniformare i processi di rendicontazione sociale, dal punto di vista dell'elaborazione tecnica e dell'analisi dei dati da cui scaturiscono i relativi documenti, è prevista la definizione di linee guida, incentrate su alcuni criteri cardine tra cui quello della volontarietà dell'adozione degli strumenti di rendicontazione e quello della gradualità nell'introduzione di tali processi.

Per promuovere i processi di rendicontazione e la redazione dei relativi documenti, la Regione organizza direttamente e sostiene iniziative di formazione e di assistenza tecnica per gli operatori pubblici che si occupano di rendicontazione sociale. A sostegno di questa attività è prevista l’erogazione di contributi agli enti locali, sulla base di programmi organici.

La Regione ha il compito di vagliare i singoli programmi e stilare una graduatoria mediante valutazione comparata dei programmi stessi, sulla base di parametri oggettivi predeterminati. Le iniziative di rendicontazione sociale realizzate sono quindi monitorate dal Comitato per la legislazione, il controllo e la valutazione del Consiglio regionale e gli atti sono pubblicati sul sito web del Consiglio.

Si prevede inoltre che il Comitato per la legislazione, il controllo e la valutazione rediga un rapporto annuale sulla rendicontazione sociale e che lo presenti al Consiglio regionale, entro il 31 ottobre di ogni anno, per fornire un'analisi dei processi messi in atto dalle pubbliche amministrazioni e una base per la valutazione della loro efficacia in relazione alle finalità della legge.

L’impegno finanziario previsto è di 200 mila euro, di cui 50 mila nell'anno 2010 per la formazione e l'assistenza tecnica e 150 mila per contributi agli enti locali che adottino forme di rendicontazione sociale.

 

 

 

 

La legge è stata trasmessa al Presidente della Regione per la promulgazione e la pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione.

 

 

 

>5/11/2010



stampa invia il comunicato stampa per email Condividi su Facebook Condividi su Twitter

Richiedi le informazioni e gli eventi via e-mail con il servizio consiglio@vvisami