Commissione Regionale per le pari opportunità

Archivio notizie Notizie dalla CRPO

 

22 dicembre 2021

Mappatura delle Pari Opportunità della Regione Friuli Venezia Giulia

Nel corso dell'Assemblea regionale delle Associazioni e Movimenti delle donne, tenutasi in webinar   il 15 dicembre scorso, è stata presentata la Mappatura delle Pari Opportunità della Regione Friuli Venezia Giulia, ovvero il risultato della ricognizione dei Comuni che hanno attivato le deleghe alle Pari Opportunità: un punto di partenza e di riflessione su quanto lavoro c'è ancora da fare affinchè vengano positivamente "contaminati" i Comuni che, per diverse motivazioni, non hanno ancora attivato tale delega.

Vi hanno preso parte, per un importante contributo e saluto, il Presidente del Consiglio regionale Piero Mauro Zanin e l’Assessore regionale al lavoro, formazione, istruzione, ricerca, università e famiglia Alessia Rosolen.
Notevole la partecipazione di rappresentanti di Enti Locali e di Associazioni all’iniziativa in cui la Presidente Dusy Marcolin ha, inoltre, presentato il Programma che la Commissione ha elaborato per l’anno 2022.

MAPPATURA
Aggiornamento al 9 dicembre 2021.

La mappa verrà costantemente revisionata, anche a seguito delle richieste di integrazione e modifica avanzate dagli stessi Enti locali.


16 dicembre 2021

Partecipazione CRPO al Premio Simona Cigana

Si è svolta nei giorni scorsi ad Aviano la 12a edizione del Premio giornalistico dedicato a Simona Cigana e organizzato dal Circolo della Stampa di Pordenone.

La Presidente della Commissione regionale pari opportunità, Dusy Marcolin, soffermandosi sulla parità di genere, da concittadina e amica, ha ricordato con commozione "il coraggio che ci lascia in eredità Simona, la sua correttezza e il rispetto delle persone, che deve venire prima di tutto".

Simona sarà ricordata anche nell'ambito dell'iniziativa "Iniziamo da noi" della CRPO del prossimo gennaio, quale donna che ha lasciato un segno importante e che merita di essere inserita nell’Archivio della memoria sul sito della Commissione. "Viveva la sua professione con grande responsabilità, con attenzione alla ricerca della verità e con profondo senso di giustizia: qualità che devono essere sempre tenute presenti. Inoltre Simona, seppur così giovane, aveva interpretato perfettamente, e lo testimoniano i suoi scritti, cosa significa la parità di genere".

La Presidente è particolarmente orgogliosa di portare il saluto di tutta la Commissione alla famiglia di Simona e ringrazia il Circolo della Stampa di Pordenone per quanto si adopera per mantenerne vivo il ricordo.


14 dicembre 2021

Assemblea regionale delle Associazioni e Movimenti delle donne per l'anno 2020 (art.2 c.4 L.R. 23/1990)

In data 15 dicembre 2021 avrà luogo in webinar l’Assemblea regionale delle Associazioni e Movimenti delle donne per l'anno 2020, ai sensi dell’articolo 2 comma 4 L.R. 23/1990.

Saranno presenti il Presidente del Consiglio regionale Piero Mauro Zanin e l’Assessore regionale al lavoro, formazione, istruzione, ricerca, università e famiglia Alessia Rosolen.

Sarà l’occasione per presentare il Programma che la Commissione ha elaborato per l’anno 2022, ma verrà anche esposto il risultato del lungo e complesso lavoro di “mappatura delle pari opportunità” nella nostra Regione. Partire dalla fotografia, ad oggi in bianco e nero, sulla presenza nelle Amministrazioni locali delle deleghe relative alle Pari opportunità, ci aiuterà a riflettere su quanto lavoro dobbiamo ancora svolgere affinchè vengano positivamente “contaminati” i Comuni che, per diverse motivazioni, non hanno attivato le deleghe e/o gli incarichi Assessorili in questo campo.

La Presidente
Dusy Marcolin


14 dicembre 2021

Partecipazione al tavolo di lavoro organizzato dalla CPO Udine e i rappresentanti Centro Misericordia e Solidarietà

Prosegue l'attività importantissima di dialogo con i rappresentanti del Centro Misericordia per coinvolgere il più possibile la popolazione degli immigrati di cultura islamica e i cittadini italiani.

Siamo stati resi partecipi dell'ottimo lavoro della Commissione Pari Opportunità del Comune di Udine che ha iniziato, da diverso tempo, un confronto-dialogo tra le parti per aiutare a superare concretamente gli stereotipi che facilitano purtroppo l’odio e l'incomprensione.

Il pensiero di costruire un dialogo e di trovare dei momenti di condivisione su questi punti fondamentali è stato accolto con particolare interesse da parte della Presidente della Commissione Regionale Dusy Marcolin che commenta “L'incontro organizzato dalla CPO di Udine deve essere la formula apripista per tutta la Regione. Solo il dialogo, il confronto e il rispetto della persona possono favorire la corretta inclusione. La disponibilità e la serietà di intenti dimostrata dalla Comunità attraverso il Presidente e i rappresentanti/e intervenuti/e sono la dimostrazione dell'interesse di queste persone di voler accogliere e contribuire efficacemente alla promozione della nostra cultura e della parità di genere. Ringrazio infinitamente dell'importante lavoro che stanno facendo la Consigliera delegata alle P.O. del Comune di Udine Lorenza Ioan, la Presidente CPO Anna Cragnolini, la Commissaria Cristina Pozzo. L'invito che a loro rivolgo è di venirne a parlare il 15 dicembre prossimo in occasione dell'assemblea Regionale delle Associazioni organizzata dalla CRPO”.


7 dicembre 2021

Stop alle violenze: soliderietà a Melissa Tassan

Abbiamo appreso questa mattina della vicenda successa in campo domenica scorsa a Melissa Tassan, vittima di insulti dopo aver fischiato un calcio di rigore. Il dispiacere provato è immenso ed esprimiamo tutta la nostra solidarietà alla giovane arbitro e a tutta l'Associazione arbitri, alla quale abbiamo scritto per ribadire la gravità di quanto accaduto.

Leggiamo dalla cronaca che a questo vile ed ennesimo episodio di violenza, è seguita una reazione del pubblico sugli spalti, che non solo ha difeso Melissa, ma ha immediatamente denunciato quanto stava accadendo alle federazioni di riferimento. Ci auguriamo che la punizione verso il o i colpevoli sia particolarmente severa ed importante perché non sono ammissibili e giustificabili atteggiamenti di questa natura. Anche gli enti sportivi dilettantistici devono diventare palestre in cui il rispetto deve essere praticato ancor prima dello sport.

A Melissa l'augurio di far esperienza di quanto accaduto, in modo di non lasciarsi travolgere mai più, proprio per continuare la sua carriera da arbitro in maniera autorevole e ancora con più convinzione, consapevole che proprio quel ruolo riveste una delle forme concrete di parità.

Anche l'Assessore Regionale Alessia Rosolen ha voluto esprimere, attraverso la CRPO e a nome di tutta l’Amministrazione regionale, solidarietà a Melissa Tassan e ha condannato questa ennesima vergogna che getta un’ombra sul mondo dello sport, che da strumento educativo e sociale diventa, per colpa dell’ignoranza di alcuni tifosi, luogo nocivo per i nostri figli. Episodi come questo non possono essere tollerati poiché lesivi dell'immagine di tutto lo sport e della dignità delle persone, uomini o donne che siano. L'Assessore auspica siano presi provvedimenti per uno sport in sicurezza, in un ambiente sano e libero da pregiudizi.

La Presidente
Dusy Marcolin


 

23 novembre 2021

Uniti contro la violenza sulle donne. Sportivi per la Scuola

In occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, giovedì 25 novembre dalle ore 11:00, a Trieste presso la Sala Tessitori del Consiglio regionale, la Commissione regionale per le pari opportunità presenta il videoclip legato al progetto Uniti contro la violenza sulle donne. Sportivi per la Scuola, rivolto alle ragazze ed ai ragazzi delle scuole secondarie di primo e secondo grado della nostra Regione, al quale hanno partecipato con entusiasmo molti beniamini dello sport del Friuli Venezia Giulia. 

Alla conferenza stampa di presentazione parteciperanno il Presidente del Consiglio regionale Piero Mauro Zanin, l'Assessore regionale Alessia Rosolen e il Direttore tecnico dell'Ufficio Scolastico regionale Alida Misso.

La Presidente
Dusy Marcolin


26 ottobre 2021

Al via il questionario sugli effetti del Covid-19 nella popolazione del FVG

Mercoledì 20 ottobre è stato presentato a Udine, nel corso di una Conferenza Stampa, l'avvio del progetto avente come obiettivo lo studio dal titolo: “L’impatto della pandemia da COVID-19 sulla salute, sugli stili di vita e sul benessere delle persone residenti nella regione Friuli Venezia Giulia”, attivato con la partnership del CUG-Uniud e con il sostegno di Confindustria Udine.

Alla Conferenza Stampa hanno partecipato: Piero Mauro Zanin, Presidente del Consiglio regionale, in video collegamento dalla sede del Consiglio Regionale; Dusy Marcolin, Presidente della Commissione regionale per le pari opportunità; Valeria Filì, Delegata del Rettore per le Pari Opportunità e Presidente del CUG-Uniud; Michele Nencioni, Direttore di Confindustria Udine e Renata Della Ricca, Coordinatrice del Gruppo Salute della Commissione stessa.

La Presidente ha ringraziato per la preziosa collaborazione l'Università di Udine, che attraverso la prof.ssa Filì e la dott.ssa Marcon hanno predisposto il Questionario, pensato e voluto dalla Commissione pari opportunità. Ha ringraziato, inoltre, per il contributo determinante Confindustria Udine, che ha sostenuto i costi della borsa di studio, consentendo l'aiuto alla realizzazione di questo interessante progetto.

La ricerca, come spiegato dalle rappresentanti dell'Università di Udine, spazierà in diversi settori, dalla salute allo stile alimentare, dal benessere alla conciliazione dei tempi di vita e di lavoro. L'obiettivo è anche capire se ci siano stati effetti specifici legati al genere e fornire al decisore politico una base scientifica sulla quale orientare la scelta delle misure da adottare e dei comportamenti da premiare o da disincentivare.

Il questionario, pensato inizialmente per una platea femminile è stato allargato a tutti i residenti della nostra Regione: è online dal 21/10/2021 e accessibile sino a metà dicembre.

Le domande, calate sulle specifiche esigenze di un progetto molto ambizioso, ci restituiranno una fotografia sull'impatto che il Covid-19 ha avuto sulle nostre vite e ci auguriamo potrà aiutarci a correggere eventuali stili di vita scorretti e analizzare e amplificare, se ne emergeranno, quelli più positivi.

La Presidente
Dusy Marcolin

FOTO


 

19 ottobre 2021

Incontro Presidente CRPO e Presidente del Comitato europeo delle Regioni

In data 22 settembre la Presidente CRPO è intervenuta all’incontro con il Presidente del Comitato europeo delle Regioni, Tzitzikostas.

Locandina

Intervento


19 ottobre 2021

Segnalazione CRPO t-shirt Bikerfest Lignano Sabbiadoro

In data 21 settembre la Presidente CRPO dichiara: "La Rete delle Consigliere di Parità, con la Consigliera Regionale Anna Limpido, e la Commissione Pari opportunità, nella veste della sua Presidente Dusy Marcolin, esprimono il proprio dissenso e disgusto verso la commercializzazione di magliette raffiguranti volti di donne in atteggiamento di sottomissione avvenuta durante la manifestazione Bikerfest appena tenutasi a Lignano Sabbiadoro. Queste immagini continuano a nutrire stereotipi sbagliati e rappresentare la violenza, ed in questi casi la violenza sulle donne accompagnata dal monito "silence", come simbolo di ludica trasgressione quando invece rappresenta una gravissima piaga sociale da combattere in qualunque modo venga veicolata, incoraggiata ed esibita".


17 agosto 2021

Donne in Afghanistan

La CRPO del Friuli Venezia Giulia rafforza anche a livello regionale l'appello condiviso in Conferenza nazionale degli Organismi di Parità

Cosa accadrà ora alle ragazze, alle donne, alle bambine ai soggetti deboli abbandonati ad un destino che non dovrebbe essere riservato a nessuno?

Non possiamo rassegnarci di fronte alle immagini e alle notizie drammatiche che giungono da Kabul. In merito alla gravissima situazione creatasi in Afghanistan, la Commissione pari opportunità della Regione FVG conferma e rafforza l’appello della Conferenza nazionale degli Organismi di Parità, che riportiamo integralmente.

“Finché le ragazze, le donne, le bambine nel mondo saranno esposte a sopraffazione, umiliazione e violenza di uomini senza scrupoli e dignità, sarà responsabilità della Comunità internazionale impedire la violazione dei diritti umani che ruba il futuro dell’intera umanità.

Nel caso dell’Afghanistan e per il ruolo che abbiamo avuto, la responsabilità dell’Occidente e dell’Europa ci richiama a non rassegnarci all’impotenza di fronte alle immagini e alle notizie drammatiche che ci giungono da Kabul.

Dopo la mobilitazione del Governo per far rientrare i connazionali e i collaboratori esposti ad altissimi rischi di ritorsione, è il tempo di fare la differenza per attivare tutti gli strumenti istituzionali, politici, diplomatici per un piano di corridoi umanitari e di accoglienza che limiti la crisi umanitaria in atto in particolare per donne e bambine già oggetto di predazione.

Verrà il tempo dell’analisi. Ora è il tempo dell’emergenza. Il tempo per fare la cosa giusta.

Ci associamo, dunque, all’esortazione del segretario generale dell’Onu Antonio Guterres durante la riunione di emergenza del Consiglio di Sicurezza sull’Afghanistan di “proteggere i civili”, nonché all’impegno espresso dal Presidente Draghi per il quale “ora occorre tutelare i diritti umani e in particolare quelli delle donne”.

Ci appelliamo affinché nulla resti intentato e offriamo l’impegno quotidiano profuso sui territori come rafforzamento di consapevolezza e determinazione per fare la differenza in questo tratto di storia”.

Come Commissione pari opportunità della Regione FVG auspichiamo che l'Europa, i Governi e le Organizzazioni Internazionali possano intervenire urgentemente e fare tutto quanto possibile per arginare la grave crisi umanitaria in atto e assicurare la tutela dei diritti delle donne, dei minori e dei soggetti deboli afgani. 

La Presidente
Dusy Marcolin


 

17 agosto 2021

Inaccettabile episodio a Lignano
COMUNICATO 11 agosto 2021

Apprendo in questo momento del gravissimo episodio accaduto ieri pomeriggio a Lignano. Una giovane ragazza è stata ripetutamente violentata da cinque giovani tra i 17 e i 21 anni.

Il fatto sarebbe accaduto il 10 agosto a Lignano Sabbiadoro dove la ragazza era in vacanza con i genitori.

E' davvero sconcertante e intollerabile che questi episodi di assoluta gravità continuino ad accadere e sconvolge anche l'età delle cinque persone coinvolte. Il più vecchio ha solo 21 anni e ci sono dei minorenni coinvolti. Non possiamo più ignorare l'emergenza culturale di sessualità violenta e auspichiamo che le indagini siano repentine e le pene conseguenti severissime.

La Presidente
Dusy Marcolin


1 luglio 2021

CRPO: primo tavolo di confronto con i vertici delle P.O. del 31° Fighter Wing di Aviano.

Si è svolto oggi il primo dei due tavoli di confronto tra la Commissione regionale per le pari opportunità tra uomo e donna della Regione FVG e i vertici dell'Equal Opportunities del 31° Fighter Wing di stanza ad Aviano, rappresentati dal loro Direttore Curtis Bradley, dal Sergente maggiore Ashley O'Brien e dal Sergente Shae Tomiak.

I lavori del confronto odierno si sono aperti con il saluto tra l'Assessore regionale alla Famiglia Alessia Rosolen e il Tenente Colonello Ralph Piper Vice Comandante del Gruppo di Supporto alla Missione che ha partecipato in rappresentanza del Gen. Jason Bailey Comandante del 31° Fighter Wing a cui la Presidente della CRPO ha inviato sentimenti di gratitudine per aver da subito accolto la richiesta di avviare questo lavoro di confronto tra le due realtà.

In questa occasione sono stati trattati i temi legati alle Pari Opportunità nel lavoro e in particolare si è discusso sulle situazioni di mobbing, sulle molestie sessuali, delle migliori pratiche di resilienza, ai casi di ostilità nel luogo di lavoro.

La Commissione dal canto suo, grazie agli approfondimenti puntuali e precisi della dott.ssa Elisa Marzinotto, ha elencato tutte quelle che sono le strategie regionali messe in campo per la promozione di genere.

Ne sono emersi importantissimi spunti di riflessione su cui il tavolo intende continuare il lavoro di confronto. Il prossimo appuntamento sarà a settembre con un tavolo legato al contrasto alla Violenza sulle donne.

Al termine di queste sessioni di approfondimento seguirà un convegno/evento pubblico per rendere noti gli esiti di questo importante ed interessante lavoro.

La Presidente
Dusy Marcolin

FOTO

FOTO


 

9 giugno 2021

Depositata la Relazione sulla condizione della donna e lo stato di attuazione degli obiettivi delle pari opportunità 2020: le donne pagano prezzo più alto della pandemia da Covid-19.

La Relazione sulla condizione della donna e lo stato di attuazione degli obiettivi delle pari opportunità, redatta in ottemperanza dell’art. 2, comma 6 della L.R. n. 23/1990, è stata inviata al Consiglio Regionale in data 27 maggio 2021.

Lo studio sulla condizione della donna nella nostra regione e sullo stato di attuazione degli obiettivi delle pari opportunità è stato condotto attraverso l’analisi dei dati recuperati dall’Osservatorio regionale sul mercato e le politiche del lavoro, dall’Ufficio di statistica della Regione e dall’ISTAT: i dati confermano un impatto del tutto peculiare sul mercato del lavoro regionale nel primo anno di pandemia da Covid-19.

Le importanti riflessioni emerse sono contenute nella Relazione elaborata dalla Commissione regionale per le pari opportunità, presieduta da Dusy Marcolin. La Relazione della Commissione esamina altri due problemi. Il primo è la violenza di genere, che ha visto durante il lockdown un aumento esponenziale dei casi, ma che può contare in Friuli Venezia Giulia su una vasta rete di Associazioni e soggetti pubblici e privati impegnati nel lavoro di contrasto.

Una soluzione legislativa viene sollecitata, infine, anche per l'ultimo aspetto critico sottolineato dal documento, ovvero il problema della disparità di accesso alle cariche elettive. Una revisione della legge elettorale dovrebbe portare "all'applicazione della doppia preferenza di genere o di qualsiasi altro strumento che favorisca la partecipazione delle donne".

Relazione


25 maggio 2021

Incontro CRPO - Ufficio Scolastico regionale

Si sono tenuti nei giorni scorsi importanti incontri tra il Direttore Generale dell'Ufficio Scolastico Regionale del FVG, dott.ssa Daniela Beltrame, il Dirigente tecnico dott.ssa Alida Misso e la Presidente della CRPO Dusy Marcolin.

In un clima di massima collaborazione sono stati affrontati gli importantissimi temi che "legano" la CRPO al mondo dell'Istruzione e per i quali la Presidente ha ribadito la volontà di essere al fianco della Scuola nella diffusione delle tematiche legate alle pari opportunità.

Si è parlato di contrasto alla violenza di genere e della disponibilità a programmare per il prossimo mese di novembre delle attività, promosse dalla CRPO, e che la Scuola conferma di voler diffondere tra i ragazzi frequentanti gli Istituti della nostra Regione.

L'impegno della CRPO è di produrre dei piccoli videoclip che verranno registrati con l'ausilio di figure significative per attirare l'attenzione dei ragazzi su questo delicato tema.

Un altro argomento che ha riscosso notevole interesse da parte del Direttore è la volontà della CRPO di offrire il supporto, al fianco dei competenti Organi, alle ragazze per motivarle a scegliere, libere da pregiudizi, percorsi di tipo tecnico, scientifico e tecnologico.

Si tratta di percorsi in cui si registrano ancora minori numeri di iscrizioni sul fronte femminile e dove invece, dimostrato dai fatti, si possono registrare grandissime soddisfazioni personali. Anche in questo caso sono ora allo studio degli incontri mirati da svolgersi il prossimo Anno scolastico.

Infine è stato trattato il tema del post scuola dell’obbligo. In Commissione - spiega Marcolin - ho posto più volte la domanda <<Cosa fanno le ragazze che non proseguono gli studi?>>. Indubbiamente un argomento delicato su cui CRPO e Scuola si sono dati appuntamento per una riflessione che, assieme ad esperti del settore, affronteranno per cercare di arginare il più possibile il fenomeno dell'abbandono scolastico, fornendo il necessario supporto agli insegnanti che potrebbero rilevare nel loro percorso questa eventualità.

Particolare soddisfazione è stata espressa dal Direttore dell'USR Daniela Beltrame e dalla Presidente della CRPO Dusy Marcolin sulla rinnovata collaborazione.


 

18 maggio 2021

Caso Lugli: Soddisfazione della Presidente Dusy Marcolin e della Consigliera regionale di parità Anna Limpido

"Con soddisfazione e fiducia apprendiamo la composizione della lite tra la pallavolista Lara Lugli e la Società Volley Pordenone. Confidiamo che questa svolta non sia solo una scelta processuale ma un reale avvicendamento in una triste vicenda che ha evidenziato l’urgenza di un dibattito maturo nel mondo dello sport, volto ad accrescere le tutele delle donne sportive e degli sportivi tutti.

La Commissione regionale per le pari opportunità e la Consigliera regionale di parità sono vicine al mondo dello sport e ne sosterranno tale crescita, mettendo a disposizione tutte le proprie forze e risorse".

La Presidente
Dusy Marcolin


18 maggio 2021

Gesti intimidatori e inqualificabili nei confronti del Sindaco Alessandro Ciriani

Si esprime la massima solidarietà al Sindaco Ciriani per l'ignobile gesto che ha subito presso la propria abitazione.

Si sente il dovere di condannare pesantemente questi gesti, perché le azioni intimidatorie nei confronti delle persone, donne e uomini, sono da condannare sempre e fermamente perché violano la prima sacrosanta regola, quella del rispetto.

Si esprime il proprio dissenso per le idee e progetti altrui: nei confronti diretti e anche accesi è importante e aiuta a crescere, ma arrivare a gesti che nulla hanno di civile diventa davvero inaccettabile.

Chi si è macchiato di questo comportamento, dai toni certamente violenti e intimidatori, ha dimostrato anche la totale insensibilità nei confronti dei famigliari del sindaco Ciriani.

La Presidente
Dusy Marcolin


13 aprile 2021

Solidarietà all’Assessore Gibelli

A nome personale e di tutta la Commissione regionale pari opportunità esprimo la massima solidarietà all’Assessore Tiziana Gibelli per le gravi offese e minacce ricevute a mezzo social, dopo aver comunicato la sua prenotazione per la vaccinazione contro il Covid-19.

Assistiamo ancora a delle manifestazioni di odio e rancore che non sono assolutamente tollerabili. Chi offende e minaccia, oltre a incorrere nelle auspicate condanne, dimostra che sempre di più c’è la necessità di intervenire con un cambio di passo anche culturale. Una delle modalità è proprio la divulgazione di messaggi positivi e, se a questi seguono anche gli esempi concreti delle persone, ne guadagna la società tutta.

Ci schieriamo a fianco dell’Assessore Gibelli per combattere questa pericolosa e inquietante deriva.

La Presidente
Dusy Marcolin


12 aprile 2021

Elezione Fedriga a Presidente della Conferenza delle Regioni.

Abbiamo appreso con grandissima soddisfazione dell'elezione del nostro Governatore a Presidente della Conferenza delle Regioni.
L'ottimo lavoro fin qui svolto, le buonissime relazioni e il rispetto che il Presidente si è guadagnato sul campo hanno determinato una elezione all'unanimità.
E di questo siamo davvero orgogliosi e con grande piacere gli auguriamo buon lavoro. 

La Presidente
Dusy Marcolin


12 aprile 2021

Turchia: ad Ankara rinnegata la parità di genere.

Quanto accaduto all'incontro ufficiale tra il Presidente turco, il Presidente del Consiglio Ue, Charles Michel, e la Presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, è di assoluta gravità e deve preoccupare.

Lo sgarbo di Ankara è solo la ciliegina (se si può dire!) sulla torta. Solo pochi giorni fa, ricordiamo, abbiamo pesantemente criticato il ritiro della Turchia dalla Convenzione di Istanbul contro la violenza sulle donne.

A nostro avviso l'incidente non è solo diplomatico, ma anche sostanziale, perché in diplomazia la forma è anche sostanza. Negli ordinamenti autoritari dove il protocollo è strumento di comunicazione dei leader - e quindi studiato ad hoc per l'evento - il comportamento di Michel, che non ha fatto nulla per impedire questo affronto, ha di fatto accettato il volere islamista del padrone di casa.

Se da un lato ci si poteva attendere l'atteggiamento ostile nei confronti delle donne da parte del Presidente turco, la cui fama non è certo molto positiva per quanto riguarda la parità di genere e quindi i diritti umani, è inaccettabile che Michel non abbia ceduto il posto a von der Leyen, dimostrando evidentemente, dall'altro lato, scarsa sensibilità al tema della parità.

Si legge che Ursula von der Leyen avrebbe dato priorità alla sostanza rispetto al protocollo. Per noi, invece, in questo caso il protocollo è stato davvero sostanza perché quanto accaduto ha messo in evidenza che, alla prova dei fatti, uno dei principi di cui anche in Europa tanto si parla non viene rispettato dai suoi rappresentanti.

La Presidente
Dusy Marcolin
 


22 marzo 2021

PDL 103: doppia preferenza

In merito alla Proposta di Legge 103 (quella che indica la doppia preferenza e che torna in Consiglio Regionale nella seduta del 25 marzo 2021), la Commissione Regionale per le pari opportunità si era già espressa rilasciando il proprio parere favorevole e ancora oggi richiama con forza la necessità che anche la nostra Regione recepisca la legge n. 20/2016 che, pur non vincolante per le Regioni a statuto speciale, non può non essere tenuta in considerazione dal nostro legislatore regionale.
Ribadiamo inoltre che la CRPO è comunque fermamente convinta che si può e deve fare di più per promuovere l'elezione delle donne; non deve diventare questa una battaglia politica di parte, ma la battaglia con l'obiettivo di mirare alla parità anche nella rappresentanza.
Auspichiamo, infatti, la completa revisione della legge elettorale perché siamo convinte che esistano modalità per arrivare a risultati eccellenti senza privilegiare nessuno e la CRPO vuole esercitare il suo ruolo propositivo in tal senso, e quindi ci piacerebbe vedere presto attorno ad un tavolo maggioranza e opposizione che si confrontano su questo grande tema. Seguiremo ovviamente con molto interesse la discussione in Aula dove avremo al nostro fianco anche le Associazioni che da anni si dedicano a questa battaglia.

La Presidente
Dusy Marcolin
 


22 marzo 2021 

La Turchia abbandona la Convenzione di Istanbul contro la violenza nei confronti delle donne

La scelta della Turchia di lasciare la Convenzione di Istanbul è gravissima. Le motivazioni addotte fanno davvero rabbia e non possono lasciarci indifferenti. Non possiamo abbandonare le donne di quel Paese!

Sostenere che la Carta danneggi la famiglia e incoraggi il divorzio è davvero fuori da ogni logica e annienta quanto faticosamente si è raggiunto nella parità soprattutto contro la violenza sulle donne.

Interesseremo immediatamente anche la Conferenza Nazionale delle Comm. Regionali per le pari opportunità.

La Presidente
Dusy Marcolin


 

19 marzo 2021

Tre mesi intensissimi

Si è concluso ieri un periodo intensissimo per la CRPO e per il prezioso ufficio che ci supporta. Nel giro di due mesi e mezzo sono stati organizzati, in modalità webinar, a causa dell’emergenza epidemiologica, una serie di incontri a cui avevamo iniziato a lavorare già lo scorso anno.

Il 14 gennaio abbiamo incontrato le Associazioni e i Movimenti delle donne della regione che si occupano di pari opportunità, così come previsto dalla Legge istitutiva della CRPO, durante l'Assemblea annuale. Con grandissima soddisfazione, ci siamo confrontate con oltre 100 partecipanti in merito al significativo lavoro giornalmente svolto dalle Associazioni della nostra regione. Molti sono anche stati gli spunti di riflessione, a cui è chiamata ad impegnarsi la stessa Commissione regionale. Un appuntamento annuale, questo, che è diventato un momento di confronto, ascolto del territorio e stimolo per il lavoro futuro.

Il 29 gennaio, sempre in un affollatissimo webinar (oltre 130 partecipanti), è stato presentato il primo Quaderno delle pari opportunità: “Maternità e paternità, una guida per tutti”, frutto del lavoro del Gruppo Lavoro, impesa, formazione, conciliazione dei tempi ed istruzione della CRPO. È una pubblicazione preziosa perché la conciliazione tra lavoro e vita privata è un fattore essenziale della qualità della vita: una sua equilibrata suddivisione è assolutamente imprescindibile. La Commissione regionale per le pari opportunità tra uomo e donna, con questa guida, ha voluto analizzare e riportare le novità normative nazionali in merito alle situazioni di maternità e paternità per i neo genitori impegnati al lavoro. Nel corso dell'interessantissimo incontro abbiamo anche cercato, grazie alla preziosa collaborazione del dott. De Carlo, di evidenziare le incomprensibili e incresciose circostanze di “discriminazione sul lavoro”, in cui le madri lavoratrici possono incorrere.

L’11, il 18 e il 25 febbraio sono stati realizzati tre incontri, in modalità webinar, per dare seguito al Progetto “Iniziamo da noi. Una storia di donne della regione Friuli Venezia giulia” La Commissione regionale per le pari opportunità, nello specifico il Gruppo Azioni positive, progetti, cultura e linguaggi, ha inteso valorizzare profili di donne che hanno rivestito ruoli importanti, esempi positivi del “femminile” in ambito sociale, politico e culturale della nostra regione. Al Progetto hanno aderito, per l’anno 2020, diverse Associazioni, indicando figure di Donne significative del passato e del presente: in occasione delle tre giornate sono state presentate ad un vasto pubblico (sempre oltre i 130 partecipanti!) 11 figure femminili dai profili veramente interessanti.

Abbiamo concluso questo intenso periodo di approfondimento con l'evento del 18 marzo, seguito da un elevato numero di persone (più di 163 partecipanti). È stato trattato il tema della Fibromialgia, una malattia che indebolisce mente e corpo, grave sindrome cronica e sistemica, il cui sintomo principale è rappresentato da forti e diffusi dolori all’apparato muscolo-scheletrico, che colpisce una percentuale variabile tra l’1 e il 3% circa della popolazione mondiale (circa 2 milioni in Italia), soprattutto di sesso femminile. È una malattia dalla quale, purtroppo, non si guarisce. È, però, possibile gestire il dolore e tenere a bada i sintomi più invalidanti con opportune terapie. Sono intervenuti medici specialistici che, nel corso delle loro preziose presentazioni, hanno illustrato i metodi e gli strumenti affinché sia garantita la tutela del benessere e la migliore cura clinica, diagnostica e terapeutica, in considerazione soprattutto del fattore genere. In questo interessante incontro informativo, è stata pertanto approfondita la conoscenza di questa invalidante patologia. L’evento, curato dal Gruppo Salute e politiche sociali, contrasto alla violenza contro le donne, è stato un momento di informazione e di cultura, un contributo per un rinnovato cambiamento.

A tutti gli eventi ha partecipato il Presidente del Consiglio regionale, Piero Mauro Zanin, testimoniando l'interesse dell'Istituzione che rappresenta ai temi trattati dalla CRPO, che coinvolgono la nostra Comunità, dalla quale abbiamo il dovere di raccogliere le esigenze e le necessità per tramutarle in azioni concrete.

Anche la Giunta regionale, attraverso l'Assessore Rosolen, ha supportato il lavoro della CRPO, mettendo a disposizione utili strumenti, monitorando e ascoltando le nostre esigenze.

Insomma, un periodo intenso e ricco di approfondimenti, che ci vede pronti ora ad affrontare con energia rinnovata e ulteriori stimoli, le sfide del prossimo periodo dell'anno.

La Presidente
Dusy Marcolin


8 marzo 2021

Giornata internazionale della donna, occasione di riflessione

Ad un anno dall’esplosione della pandemia corre l’obbligo, in questa giornata, soffermarsi sul ruolo della donna in tutti gli ambienti che la circondano: la famiglia, il lavoro, il sociale, il privato.

Le persone più esposte in questa crisi sono state indubbiamente le donne, che hanno comunque dimostrato di saper reagire, spesso assumendosi oneri e ulteriori carichi di lavoro e che, purtroppo, molto spesso non hanno neanche visto riconosciuti i loro sforzi. La perdita di imprese femminili e la perdita di posti di lavoro, nell’ultimo anno, registrano numeri importanti. Numeri che si ripercuoteranno inevitabilmente sulla qualità della vita delle famiglie e della società tutta.

L’8 marzo non può essere solo un giorno di festa, ma deve essere sempre più la giornata che testimonia quanto le donne hanno conquistato, sacrificando la propria vita a volte; e deve essere un’esortazione a guardare al passato, per raggiungere assieme gli obiettivi che porteranno alla vera parità.

Parità significa: equità nella retribuzione con il superamento del gap salariale, eliminazione delle discriminazioni sul lavoro e raggiungimento di un sistema di welfare che permetta alle donne di dedicarsi alla carriera con le stesse energie di ogni collega uomo, abbandonando pertanto l’inevitabile scelta tra lavoro e famiglia, sradicando ogni germe di violenza che sia verbale, fisica o sessuale, raggiungendo la pari rappresentanza sia nella società che nella vita pubblica.

Bisogna prendere esempio dalle donne libere, forti e coraggiose che hanno combattuto e che ancora ogni giorno, nonostante le mille difficoltà, riescono ad essere madri, lavoratrici, impegnate nel mondo sociale o in quello pubblico. Le tante donne che continuano a combattere per cambiare le cose.

Abbiamo raccolto un prezioso testimone, ora sta a noi lavorare tutte assieme per cercare di raggiungere i traguardi che ci siamo prefissi per la vera pari opportunità dei generi.

La Presidente
Dusy Marcolin


18 gennaio 2021

Assemblea regionale delle Associazioni e Movimenti delle donne per l'anno 2020 (art.2 c.4 L.R. 23/1990)

In data 14 gennaio 2021 si è svolta in webinar l’Assemblea regionale delle Associazioni e Movimenti delle donne per l'anno 2020, ai sensi dell’articolo 2 comma 4 L.R. 23/1990.

Sono intervenuti il Presidente del Consiglio regionale Piero Mauro Zanin, l’Assessore regionale al lavoro, formazione, istruzione, ricerca, università e famiglia Alessia Rosolen, il Garante regionale dei diritti della persona Paolo Pittaro, la Vicepresidente del Corecom Antonella Eloisa Gatta.

L'incontro ha registrato una grandissima presenza di rappresentanti delle Associazioni, dei Movimenti, degli Enti Locali ma soprattutto è stata foriera di importantissimi contributi e stimoli su cui focalizzare la nostra attenzione.

In sintesi i numeri: richieste di iscrizione 113, collegati alla piattaforma telematica 131, interventi 21.

Di seguito l’intervento della Presidente della CRPO, Dusy Marcolin.

Intervento Presidente CRPO