News


FdI: Basso e Giacomelli, sì a test antidroga nelle scuole

04.07.2019
16:17
(ACON) Trieste, 4 lug - COM/CMC - "Vogliamo i test antidroga nelle scuole".

Così si sono espressi i consiglieri regionali di Fratelli d'Italia, Alessandro Basso e Claudio Giacomelli, in merito alle gravissime notizie apparse anche oggi sulla stampa locale in riferimento agli arresti di giovani spacciatori che vendevano morte addirittura nei bagni delle scuole.

"Non è possibile che in sei mesi - aggiungono -, nelle nostre scuole possano essere spacciati impunemente due chili di eroina senza che nessuna se ne accorga". "Non possiamo lasciare che i nostri ragazzi vengano abbandonati a sé stessi - continua Basso -, ma allo stesso tempo non si può pretendere che la scuola si assuma da sola una così grande responsabilità come quella del controllo su spaccio e uso di droga. Per questo, ci siamo immediatamente mossi per chiedere che la Giunta si attivi presso le autorità competenti al fine di sferrare una vera e propria offensiva nei confronti dello spaccio nelle scuole. Chiediamo che vengano trovate le risorse necessarie per la predisposizione di test antidroga, quali esami delle urine o dei capelli, da effettuare con scadenze regolari in tutte le scuole superiori della regione". "Inoltre, hanno proseguito Basso e Giacomelli, devono continuare ed anzi essere rafforzati i controlli già avviati con i cani anti droga che svolgono un'importante funzione preventiva di deterrenza."

"Fratelli d'Italia - hanno concluso i consiglieri -, da sempre condanna il consumo di stupefacenti considerandolo uno dei mali della nostra società. La droga, di qualsiasi genere, oltre a provocare danni alla salute è fonte di traffici illeciti e finanziamento della criminalità internazionale che proprio a Trieste, attraverso la rotta balcanica, arriva sempre più. Dobbiamo agire ora: la droga nelle città è una piaga, nelle scuole un abominio".



I consiglieri regionali Alessandro Basso e Claudio Giacomelli (FdI)