News


Fase 2: Centis (Cittadini), puntare su azzeramento contributo a Stato

19.05.2020
16:34
(ACON) Trieste, 19 mag - Azzeramento del contributo, non ridiscutere il meccanismo di compartecipazione introdotto nella scorsa legislatura ed evitare categoricamente il ricorso al debito.

Sono i tre punti, ribaditi in una nota, che Tiziano Centis (Cittadini) ha raccomandato all'assessore Fvg alle Finanze, Barbara Zilli, nel corso dell'audizione sui patti finanziari Stato-Regione che l'esponente della Giunta Fedriga ha sostenuto oggi in sede di I Commissione

"L'obiettivo cui tendere - evidenzia Centis - deve essere quello di azzerare il contributo regionale alla finanza pubblica, pari a circa 1,3 milioni di euro nel biennio 2020-21. Al fine di massimizzare le possibilità di ottenere il miglior risultato va esplicitata l'intenzione di non ridiscutere i meccanismi di compartecipazione introdotti la scorsa legislatura, atteso che le prime proiezioni confermano la validità del nuovo sistema".

"C'è però un aspetto ancora più importante che va sottolineato: la Regione - spiega il consigliere dei Cittadini - non deve chiedere la possibilità di ricorrere al debito per spesa corrente. E' evidente come questa richiesta indebolisca la nostra posizione nella trattativa e possa condurre lo Stato a cercare di chiudere il negoziato accordandoci uno sconto sul dovuto e, per il resto, servendoci la polpetta avvellenata di consentirci il ricorso al mercato finanziario. Se tale dovesse essere l'esito non ci sarà nulla di che gioire". Il Gruppo dei Cittadini, riporta ancora la nota, già la scorsa settimana aveva denunciato l'inutilità del semplice mandato a trattare che l'intero Consiglio regionale ha conferito a Fedriga con la sola convinta astensione proprio dei consiglieri del movimento civico. "Era un documento vuoto, senza un vero indirizzo concreto. Il presidente non ha colto il vantaggio negoziale di dare allo Stato un esplicito via libera al Mes che avrebbe facilitato il raggiungimento del nostro obiettivo, ovvero l'azzeramento del contributo. La partita va giocata fino in fondo e serve una concretezza che ancor oggi non abbiamo visto emergere. Adesso - conclude Centis - è cruciale puntare al massimo risultato evitando in tutti i modi il ricorso al debito per parte corrente, che sarebbe un grave problema da gestire per gli anni futuri". ACON/COM/fc



Tiziano Centis, capogruppo dei Cittadini in Consiglio regionale