News


Tesini:patto a tutti i livelli per riorganizzzione PA e istituzioni(1)

31.05.2007
18:39
(ACON) Trieste, 31 mag - MPB - Per chi spende il denaro dei cittadini, la trasparenza è divenuta, nel mondo occidentale, il fattore più importante di legittimazione e i costi della politica sono una questione cruciale e ineludibile. Che va affrontata con metodo e collaborazione a tutti i livelli di governo. E il momento di cominciare è arrivato, se davvero vogliamo avere entro l'autunno i primi elementi di valutazione e produrre risultati concreti improntati ai principi di trasparenza e a criteri condivisi dall'insieme delle istituzioni interessate per una maggiore efficienza ed efficacia della cosa pubblica.

Parla con un certo ottimismo per il clima operativo riscontrato nei colloqui romani il presidente del Consiglio regionale Alessandro Tesini che, nella veste di coordinatore della Conferenza dei presidenti dell'Assemblea dei Consigli regionali e delle Province autonome, ieri sera (mercoledì 30 maggio) nella capitale, ha partecipato insieme con il presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, e con i presidenti di ANCI, Leonardo Domenici, e UPI, Fabio Melilli, all'incontro promosso sul tema dal presidente della Commissione affari costituzionali della Camera dei deputati, Luciano Violante. E che oggi (giovedì 31 maggio), sullo stesso argomento, è intervenuto alla convocazione da parte del ministro per gli Affari regionali e le Autonomie locali, Linda Lanzillotta della Conferenza Stato/Regioni, che vede insieme governo, giunte regionali e una rappresentanza degli enti locali. A entrambi gli incontri è intervenuto il ministro Giulio Santagata, delegato alla attuazione del programma e in quella veste responsabile della predisposizione del disegno di legge governativo sull'argomento.

Due appuntamenti, con Parlamento prima e Governo poi, a cui come Consigli regionali - spiega Tesini - ci siamo preparati con una assemblea plenaria della Conferenza riunitasi appositamente, perché siamo persuasi della necessità impellente di collaborare tra i diversi livelli di governo: nazionale e regionale - con esecutivi e legislativi - ed enti locali.

Si è trattato di incontri molto significativi sia perché la I Commissione della Camera ha già deliberato l'indagine conoscitiva sui costi della politica, sia per l'invito, in seno a un organismo di esecutivi quale è la Conferenza Stato/Regioni, a rappresentare il punto di vista delle Assemblee.

Una reciprocità che, per Tesini, evidenzia la volontà di dialogare e consultare tutte le istituzioni interessate per individuare criteri che regolino e rendano trasparenti i costi direttamente connessi all'esercizio delle funzioni istituzionali degli organi rappresentativi ed esecutivi dei diversi livelli territoriali di governo e di taluni organismi amministrativi di particolare rilevanza, compresi i vertici dei ministeri e delle società a partecipazione pubblica.

(segue)