News


Comitato controllo: 24/09 esame Referto effetti legislazione

22.09.2019
12:30
(ACON) Trieste, 22 set - RCM - Convocazione del Comitato per la legislazione, il controllo e la valutazione, presieduto da Franco Iacop (Pd), per martedì 24 settembre prossimo alle 12.00. All'ordine del giorno l'esame del "Referto sulle procedure volte a verificare gli effetti della legislazione regionale", approvato a luglio dalla Sezione di controllo del Friuli Venezia Giulia della Corte dei Conti.

Le procedure esaminate - è spiegato nel documento stesso - sono finalizzate in primo luogo a consentire un'attività di valutazione da parte del Consiglio regionale, affinché possa trarre dagli effetti della legislazione pregressa le migliori indicazioni per le scelte future.

Il referto è parte integrante della relazione allegata al giudizio di parificazione del Rendiconto generale dell'esercizio 2018 della Regione, ma è presentato in forma autonoma per rimarcare la sua ottica pluriennale (dunque non solo riferita all'esercizio interessato dalla parificazione del rendiconto), nella quale devono essere intesi i fatti e gli atti di cui esso si occupa, ovvero le procedure regionali volte a verificare gli effetti prodotti dalla legislazione e in particolare quelli originati dalle clausole e missioni valutative del periodo 2005-2018.

Tra le considerazioni tratte dalla Sezione di controllo della Corte, si legge che le valutazioni sugli effetti prodotti dalle leggi e più in generale sulle politiche regionali, in quanto basate su valutazioni di efficacia, sono episodiche e si rinvengono nell'ambito di alcune missioni valutative; la scheda tecnico-normativa di illustrazione dei disegni di legge potrebbe costituire sede per l'enunciazione dei risultati attesi dalla norma; gli effetti dei controlli sull'attuazione delle leggi possono essere più intensi se tali controlli sono periodicamente aggiornati, invece le procedure di valutazione previste dalle clausole segnano significative incompletezze e ritardi; l'incompletezza procedurale si estende anche alla discussione in Aula degli esiti delle valutazioni svolte dal Comitato di controllo.

Ecco che, al 31 dicembre 2018, l'attuazione delle sequenze procedimentali previste dalle clausole valutative può quantitativamente riassumersi nei seguenti termini: 107 le relazioni informative scadute e 33 le presentate entro la fine dello scorso anno, 25 quelle esaminate dal Comitato di controllo, 15 le relazioni esaminate dalla Commissione consiliare e 10 le discusse in Aula.

Tra le conclusioni, la Sezione di controllo della Corte afferma che "il significativo ritardo nello svolgimento delle procedure richiederebbe che venga fatta chiarezza sui motivi che lo determinano (contenuto delle domande valutative, eccessivo numero delle clausole, tempistiche insufficienti, carenze organizzative degli uffici interessati) e che vengano adottate misure che, a regime, garantiscano un regolare svolgimento delle procedure".

(foto)



Una seduta del Comitato di controllo presieduto da Franco Iacop del Pd (foto Acon)