News


FI: Nicoli, privati siano protagonisti per fusione Consorzi sviluppo

31.10.2019
12:27
(ACON) Trieste, 31 ott - COM/CMC - "I sindaci di Trieste, Gorizia e Monfalcone stanno lavorando al progetto di unificazione dei Consorzi di sviluppo economico locale dei rispettivi territori: questo è un bene, ma per Forza Italia ciò non può avvenire dimenticando le aziende private, spina dorsale dell'industria nella nostra regione, e questo patrimonio non può essere ceduto al sistema centrale romano. Il nostro gruppo sta lavorando affinché i privati tornino a essere pienamente rappresentati nei consorzi di sviluppo economico locale".

Lo annuncia Giuseppe Nicoli, presidente del gruppo consiliare regionale di Forza Italia.

"La governance del futuro Consorzio unico della Venezia Giulia - specifica il consigliere forzista - non deve finire, più o meno direttamente, nelle stanze romane. È ciò che è già avvenuto, inopinatamente, per il porto di Monfalcone, con la cessione di aree già della Camera di commercio all'Autorità di sistema portuale del mare Adriatico orientale. E di conseguenza anche l'operazione di unificazione dei Consorzi di sviluppo economico del Monfalconese, di Gorizia (Csia) e dell'Area giuliana (Coselag) non deve portare a una perdita di sovranità regionale. Le potenzialità di infrastrutture, logistica, porti, retroporti e aree devono restare a disposizione per la crescita dell'intero Friuli Venezia Giulia".

"Il futuro della governance di questi enti e del patrimonio che amministrano - aggiunge Nicoli - deve spettare pienamente anche a una rappresentanza dei privati, ovvero il mondo dell'industria, dell'artigianato e della logistica che è motore economico dei territori gestiti dai consorzi. Per questo il Gruppo di Forza Italia sta lavorando affinché il mondo dell'impresa sia rappresentato di nuovo adeguatamente nei consorzi.

"Vanno al più presto chiarite le strategie di sviluppo e investimento non solo industriale e portuale di queste aree da parte dell'Autorità di sistema: è una partita fondamentale - conclude - per tutto il Friuli Venezia Giulia, perché il mondo dell'impresa torni protagonista nell'economia della nostra regione".



Il consigliere regionale Giuseppe Nicoli (FI)