News


Montagna: Bidoli (Patto), valorizzare un patrimonio spesso dimenticato

12.12.2020
09:19
(ACON) Trieste, 11 dic - "Nel giorno in cui si celebra la Giornata internazionale della montagna, ricorrenza istituita ufficialmente nel 2003 dall'Assemblea generale delle Nazioni unite, vale la pena sottolineare quanto importante sia soffermarsi sullo sviluppo sostenibile delle regioni montane coniugandolo con la necessità di tutelare la biodiversità e il patrimonio naturalistico e non solo, fondamentale per la salute del pianeta, a cui è dedicata in particolare l'edizione di quest'anno".

Così, in un a nota, il consigliere regionale del Patto per l'Autonomia Giampaolo Bidoli. "Montagne minacciate dall'attività dell'uomo, che non opera in simbiosi con la stessa, ma che troppo spesso cerca di sopraffarla deturpando interi territori a discapito di politiche edinvestimenti senza futuro e destinati a fallire. Anche il Friuli Venezia Giulia, dove le Zone montane omogenee interessano una superficie del 65% del territorio regionale - ricorda Bidoli -, deve porre la massima attenzione ai fattori che più di tutti mettono a rischio la salute degli habitat montani attraverso lo sfruttamento indiscriminato del territorio, senza dimenticare la minaccia che arriva dagli effetti negativi del cambiamento climatico con la crescita della frequenza dei fenomeni estremi come inondazioni, valanghe e frane anche nelle nostre aree interne".

"Leggere di ingenti risorse destinate a infrastrutture e investimenti principalmente nelle aree di città e lasciare le briciole per i Comuni montani, non fa ben sperare. Chi ha compiti di governo - chiosa l'esponente del Patto - ricordi che lo sviluppo sociale ed economico dell'area montana non vuol dire investire solamente sui poli regionali: la montagna friulana è anche altro". ACON/COM/rcm



Il consigliere regionale Giampaolo Bidoli di Patto per l'Autonomia (Acon)